Home > Nino zantiflore sistemi roulette e legge del terzo

Nino zantiflore sistemi roulette e legge del terzo

Nino zantiflore sistemi roulette e legge del terzo

Oggi pomeriggio 20 Dicembre ho fatto 9 pezzi in due taglie. Questa sera prima di pubblicare il post ho fatto 10 pezzi in una taglia e mezza. Perchè non ho finito la taglia? Tanto per ribadire la precedente affermazione, la prima taglia è finita con uno scoperto di 18 pezzi in sospeso esclusi quelli già incassati e a metà della taglia successiva li ho recuperati e sono arrivato a un utile netto di Sono ancora incerto sulla montante da adottare. Ieri 16 Novembre ho incontrato una permanenza abbastanza difficile su quattro taglie. Comunque ero ben lungi dal superare sia la cassa sia i massimi.

Bisogna trovare il modo di evitare questi scarti negativi. Sebbene nella conduzione ci siano vari comportamenti per interrompere le negative, queste possono intrufolarsi ripetutamente a brevi distanze e causare questi scoperti. Anche se i professionisti sono disposti a supportare scoperti ben superiori, a me questo non piace. Del resto il gioco è casuale e a spettanza negativa EV negativo , e come sappiamo, in un gioco casuale non vi è niente di matematicamente certo. Come ho già detto, se il gioco è truccato, ti possono far uscire sempre la Chance perdente e quindi quella permanenza è possibile.

Anche una sequenza di 50 Chances uguali è possibile, ma molto molto improbabile. Questo è vero, ma non mi evita altri eventi negativi come il framezzarsi delle Chances perdenti nei giusti posti di gioco. Già ho provato in reale questa nuova conduzione e ho visto che le negatività sono ugualmente superate come nella precedente conduzione, mentre le positività sono più consecutive e quindi il gioco ne guadagna nel risultato finale. Dopo due settimane sono riuscito a farmi accreditare i pezzi vinti su L. Neanche questo è servito perché le scansioni non sono accettate. Allora ho fatto le foto e le ho inoltrate tramite i loro servizi.

Mi è bastata una sola giornata per capire che non funziona. Inoltre lo specchio segue le consuete metodologie di gioco ormai trite ritrite e alla lunga perdenti. La modifica sopra accennata è appunto una modifica; il sistema base è sempre lo stesso. Questa sera 30 Novembre ho continuato a fare i miei 20 pezzi quotidiani pur essendo arrivato a puntare 25 pezzi. La serie contraria si è protratta per ben 19 colpi quando ho puntato 25 pezzi a P, restando con uno scoperto di 15, recuperati poi con la normalizzazione della permanenza. State giocando a casa vostra; non avete spese di trasporto; potete giocare quando volete; fate il conto di quanto potete realizzare a fine mese; non siate ingordi e non pretendete di più del limite che vi siete prefissati.

Molti giocatori perdono perché non sanno smettere e alla fine arriva la serie contraria. Questa non è sfortuna: In questo modo non sono mai arrivato a fare puntate da 7 o più pezzi che invece sarebbero possibili con un solo giocatore. La quasi totalità delle taglie si svolge tra 1 e 4 pezzi di puntata. Naturalmente lo scarto negativo è sempre possibile, ma da me controllato con un massimo di cinque puntate divise fra due giocatori. Ognuno dei due giocatori gioca al suo momento e nello spazio a lui assegnato e questo tiene molto basse le puntate. Ecco, vi ho detto uno dei segreti che mi permettono di finire una sessione sempre in attivo.

Lo spazio mi indica il dove e il tempo mi indica il quando. Fino ad ora la mia indole di giocatore mi spingeva a evitare le attese che sono indispensabili per applicare al gioco una partenza ottimale. Lo scopo sarebbe quello di ottenere la vincita entro poche puntate. Oggi ho controllato le varie sessioni di gioco riportate in un pacco di fogli alto 5 centimetri e ho ipotizzato il gioco con una partenza ottimale che a volte implica aspettative anche di 10 minuti. Come ben sapete, la tomba di tutti i sistemisti è il particolare scarto negativo che stravolge le nostre aspettative statistiche in teoria sempre presenti nel susseguirsi delle partite.

Oppure semplicemente cambiando il tavolo di gioco. Quel particolare andazzo della permanenza è abbastanza raro e difficilmente ce lo ritroveremo nel nuovo attacco. Del resto io sto proponendo un gioco sempre fisso dove non esistono partenze ottimali e mi sembra di esserci riuscito dato che gli utili raggiunti con pezzi di capitale sono arrivati a E questo in quanto tempo? Dalla fine di agosto. La stessa cosa vale anche per il simbolo opposto. Le P e le B che si susseguono nella taglia sono esposte in modo colorato verde la P e rossa la B e quindi si fa presto a valutarne le quantità. Questo pomeriggio sono arrivato a pezzi di utile, non guadagnati a colpi eclatanti di fortuna, ma racimolati pezzo per pezzo giocando 2 o 3 taglie a sessione.

In passato qualche volta ho forzato la puntata perché era giunto il momento di farlo e perché non avevo ben chiaro il gioco, ma mi rendo conto che questo comportamento non va bene e che è meglio impiegare più tempo e meno forzature. Nel pomeriggio sono arrivato a 7 00 pezzi di utile. Finalmente mi sono inquadrato bene nella conduzione del gioco. Lo seguo scrupolosamente senza deviazioni che in passato ponevo in atto secondo lo svolgersi della permanenza. Se il gioco funziona, deve funzionare senza fare modifiche durante il percorso.

Tutto secondo quanto stabilito dal sistema. Ore Vai al Sito. Compra Italiano; proteggi il tuo Paese e i tuoi figli. Diminuiamo i politici perché ci costano troppo e si contrastano gli uni con gli altri per mantenere la poltrona, i privilegi, lo stipendio. Vediamoli individualmente secondo il mio pensiero. Lo spazio esiste e per questo deve essere materiale. Per me qualunque cosa per esistere deve essere costituita di particelle che, per quanto effimere siano, devono essere materiali. Se lo spazio fosse vuoto, non esisterebbe. Infatti ultimamente ho sentito un accenno su questo fatto che anche il vuoto più assoluto potrebbe essere costituito di materia.

Il tempo non è materiale e quindi secondo me non esiste. Naturalmente una simile misurazione della quantità di moto della materia non è possibile e quindi abbiamo inventato il tempo che misura la quantità di moto rotatorio della terra attorno al proprio asse. Nulla perché il tempo non esiste, ne materialmente ne tanto meno immaterialmente. Potete solo mettermi della materia che ha una sua quantità di moto intrinseca nei suoi atomi. Il tempo quindi non esiste; esiste solo la quantità di moto. Con pezzi di cassa sono arrivato a guadagnati a 1 pezzo alla volta. Questo significa che per volte ho guadagnato un pezzo di utile. Non riesco a superare gli 8 pezzi di puntata e ultimamente, dopo vari perfezionamenti, lo scoperto avuto nel corso delle partite non ha superato i 20 pezzi.

Se ogni volta che giochi vinci entro colpi giocati, e questi colpi si riferiscono a realtà e situazioni diverse, la montante utilizzata è relativa. Del resto non so che altra montante usare. Non mi piacciono quelle a lunghi scaglioni che alla fine di una sessione di taglie ti danno meno di 10 pezzi di utile. I professionisti sono contenti di vincere 1 o 2 pezzi a taglia, ma questo non è nel mio carattere. Con una partenza ottimale vincerei molto più facilmente, ma vincerei di meno e i tempi di attesa non mi piacciono. Per il momento lasciamoli ai professionisti che, per praticarli ora, in passato devono aver subito delle belle batoste.

In altri orari i tempi sono di 7 secondi. Ma vi rendete conto? Se hai una puntata in atto la perdi. Sta succedendo la stessa cosa anche a Stanislao e Piero, due amici corrispondenti con cui sono in contatto. Oggi utile 52 ottenuto con 11 18 11 12 parziali incamerati in 80 spin. Gli incassi sono stati 19, ma ho incontrato una partita un po' difficile giocata quasi sempre a massa pari.

Solo una volta ho fatto un incasso da Ho provato a non interrompere il gioco sul settore con 3 Terzine in gioco e quelle si sono messe in ritardo. Il gioco va bene ed è plausibile che talvolta si incontri la permanenza un po' ostica. LeoVegas continua a non funzionare bene e oggi ma ha obbligato a riconnettermi per due volte, oltre a bloccarsi ogni tanto per un minuto e mezzo. Oggi gli utili sono stati solo 29, sia per le disconnessioni, sia per una sessione un po' anomala e per il fatto che gioco quasi sempre a massa pari. Solo due volte o fatto alcune puntate da 2 pezzi e le ho prese entrambe. Lo zero mi ha bersagliato con 8 sortite che mi sono costate senz'altro più di 40 pezzi.

Ora lo zero non lo gioco perchè non mi serve. Il gioco si sostiene da se. Sessione di 83 spin in cui lo scoperto non ha superato i 30 pezzi. Se avessi giocato con gli aumenti adeguati avrei vinto molto di più, ma a scanso di sorprese per ora cerco di mantenere il più possibile la massa pari. Ho controllato la cadenza degli incassi succedutisi in questi 5 giorni di gioco con questa nuova impostazione e su numeri di permanenza risulta un incasso ogni 4,08 spin.

Il calcolo inizia dalla prima puntata. Se si dovessero calcolare anche gli spin che sono serviti a costruire inizialmente il gioco, la cadenza degli incassi sarebbe di circa 5 spin. Il gioco funziona e i momenti duri sono veramente rari. In realtà poi non si tratta di momenti duri perché per il momento lo scoperto reale è irrisorio. Giornata dura con soli 21 pezzi di utile ottenuti alla prima partita. La permanenza è stata di numeri con 19 incassi e una media di 5,73 spin fra un incasso e l'altro. I sistemi possono vincere e possono perdere. Salta alla navigazione Cerca nel sito. Strumenti personali Privé. Nel ho conosciuto un signore che diceva di essere a conoscenza di un sistema per vincere alla roulette Navigazione Perché si gioca alla roulette?

Le puntate Cavalli Splits 14 - Se poi trovi qualcosa di utile ad evolvere il sistema, facci sapere! Era "probabilità". Chi volesse arrivare sino in fondo oppure fare prove su permanenze, ci faccia sapere Scusa non ho capito se usi i masa o no Ho notato nel differenziale che ovunque mi uscisse il primo numero, la progressione nella ricerca del secondo era sempre uguale. Comunque il sistema ha una certa validità e lo studio che ho effettuato l'ho cominciato per curiosità, poiché sono un appassionato del Masaniello volevo studiarne il comportamento sui pieni, ma di certo non mi fermo qui e pertanto è accettato qualsiasi consiglio. Comunque non è male, a me interessa giocare solo i pieni, il resto è una gran rottura, una noia mortale star dietro alle chance, tanto, in un modo o nell'altro, non esiste sistema infallibile.

A sto punto, se uno rischia, preferisco farlo dove c'è un ritorno più alto, ergo, i numeri pieni fanno al caso mio. Complimenti a te oscarellino, sopratutto perchè condividi le tue idee e ne sviluppi di nuove. Mi sono indirizzato da un paio di anni alla roulette e dopo aver provato diversi sistemi, ho conosciuto il masaniello che, secondo me, usato nel modo giusto è potentissimo. Quindi ho cercato di studiare e sviluppare sistemi che assecondassero le probabilità, anche andando sotto le percentuali probabilistiche, cercando anche di vincere poco ma costantemente. Beh, intanto vediamo questo tuo metodo a cosa porta, io alla roulette mi son avvicinato da poco, credo nemmeno un anno, ho giocato un po' a tutto e mi mancava solo lei.

Io più che altro guardo i vari forum per farmi una cultura sulla rula, vista la mia carenza. E' appassionante anche se il più delle volte le varie metodologie portano al nulla. Al momento, di mio, almeno minimamente valido non ho partorito nulla, altrimenti ne avrei sicuramente parlato con Jack, che è più esperto di me in questo campo. Ci aggiorniamo prossimamente, ciao. Io da un po' sto applicando le mie conoscenze lavorative sui database oracle soprattutto per analizzare le permanenze e trovare una particolarità su queste. Ma come fai a puntare velocemente i vari pieni, considerando quelli che si aggiungono o tolgono, l'incremento di puntata, i vari calcoli che devono fare i masanielli e, soprattutto, il tempo limitato della roulette live?

Ripeto, tempo fa mi ci ero messo pure io a fare il gioco che adesso stai facendo tu ma senza masanielli e, la difficoltà più grossa l'ho trovata proprio nel puntare i vari pieni, specie quando iniziano a diventare tanti Più che altro il bot lo usi per gestire l'intero sistema, per le puntate ho pubblicato un programma.

NINO ZANTIFLORE Sistemi Roulette e Legge del Terzo: LA COLONNA MAGICA

Ho scritto due libri sull'argomento e sto pubblicando molti sistemi in rete. Per me il NINO ZANTIFLORE Sistemi Roulette e Legge del Terzo. Innanzi tutto. Mi sono cimentato sulla legge del terzo sui pieni, ho analizzato un bel po di Anni fa quano mi sono avvicinato al gioco della roulette, quello sulle uscite e ritardi, se configurato effettua le puntata al posto del giocatore, questo di Nino Zantiflore, che sviluppa sistemi basati sulla legge del terzo. Poichè sto completando la stesura del trattato sull'ultimo sistema a P/B, ho fatto fare un test su taglie e ho comunicato questa intenzione a chi di dovere. LA COLONNA MAGICA. L'ultimo gioco è un portento. Alla roulette non s'inventa nulla. Il gioco è lì; basta solo scoprirlo: esiste già e si trova in un "limbo" tra infinite del gioco alla ROULETTE, gran parte degli studi e dei sistemi da lui elaborati nel . LA LEGGE DEL TERZO SULLE CHIUSURE. A quel tempo, io e un mio amico, avevamo perso innumerevoli ore di tempo a cercare un Ci raccontò che il sistema che lui conosceva lo aveva appreso da un principe arabo poter ottenere i migliori risultati possibili dalle leggi naturali del caso: la legge del terzo. NINO ZANTIFLORE Perché si gioca alla roulette ?. Oggi 31 Dicembre ho letto su un Forum le importanti.

Toplists